Myplant & Garden – in collaborazione con Fondazione Minoprio – dal 2016 dà vita ogni anno a un contest creativo di progettazione green.
Il concorso, chiamato I Giardini di Myplant, è aperto a tutti gli operatori e professionisti del verde.

“Dopo una prima edizione del contest (Il Giardino Patio, 2016) di taglio teorico – affermano gli organizzatori – dal 2017 abbiamo deciso di realizzare qualcosa di pratico e tangibile, coniugando progettualità e servizio.
Abbiamo individuato di volta in volta realtà socialmente impegnate e bisognose di interventi nelle proprie aree esterne, scegliendo convogliare la spinta di alcune delle migliori energie del Paese – creatività, associazionismo, assistenza, volontariato e verde – per realizzare progetti doppiamente utili, infinitamente pratici ed eticamente esemplari.
Dynamo Camp con I Giardini Dynamici (PT), Centro Maria Letizia Verga con Il Giardino della Sport Therapy (MB) e Fondazione Arché con Il Giardino di Corte (MI) sono le realtà assistenziali, terapiche e mediche coinvolte sinora. Realtà a cui vanno la nostra riconoscenza, profonda stima e grande affetto”.

I concorsi sono coordinati dall’arch. Umberto Andolfato (AIAPP), e sono realizzati in collaborazione con Fondazione Minoprio, Politecnico di Milano, AIAPP Lombardia e Ordine Architetti Milano.


EDIZIONE 2019 - IL GIARDINO DI CORTE

Oggetto del concorso è l’area esterna di CasArché (periferia Nord-Ovest, Milano), la nuova struttura sostenibile dedicata alle comunità mamme-bambini con disagio sociale della Fondazione Arché Onlus.
“Sarà un percorso verde ritmato da ‘stanze’, e diventerà il giardino ludico e didattico per gli ospiti”.
Il progetto vincitore è “Le stanze Verdi di CasArché-Luogo di incontro, gioco e socializzazione”, curato da Virna Mastrangelo e Jessica Pettinari.
Sarà realizzato nel mese di ottobre 2019 col coordinamento del progettista, la collaborazione degli allievi di Fondazione Minoprio e la fornitura di verde e materiali da parte di Myplant & Garden.

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA


EDIZIONE 2018 - IL GIARDINO DELLA SPORT THERAPY

Mercoledì 18 settembre 2019 si è tenuta l’inaugurazione del Giardino della Sport Therapy del Comitato  Maria Letizia Verga per lo Studio e la Cura della Leucemia del Bambino, a Monza (MB), che da 40 anni unisce medici, genitori e famiglie nella Ricerca, Cura e Assistenza contro le leucemie, i linfomi e le altre malattie del sangue: una nuova palestra a cielo aperto, situata nel giardino pensile del Centro Maria Letizia Verga (Fondazione MBBM, c/o Ospedale San Gerardo), in cui i bambini possono praticare lo sport come terapia.

Il concorso creativo di progettazione è stato vinto dal team di progettiste formato da Marinella Spagnoli con Mariasole Donata Betti, Mariangela Borrelli, Valentina Satti e Sara Pacini, che hanno proposto di creare un giardino terapeutico che sollecitasse i 5 sensi.

La realizzazione del progetto è sostenuta da Myplant & Garden con il contributo dell’Associazione Onlus Il Giardino di Luca e Viola e di:
Criplax, Dakota, Ecoplus, Euro3plast, Fertil, Consorzio Myplant & Garden, Kostplant, L’Ortofruttifero, Parcoplant, Rasconi, Vivai Meani.

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA


EDIZIONE 2017 - I GIARDINI DYNAMICI

Oggetto del concorso è un’area di circa 5 mila mq sita all’interno dell’associazione Dynamo Camp che offre programmi di Terapia Ricreativa rivolti a bambini e ragazzi, dai 6 ai 17 anni, affetti da patologie gravi o croniche in terapia o nel periodo di post ospedalizzazione.
Il concorso, vinto dall’arch. Luigi Serio – PRR architetti, richiede una riqualificazione di un lotto di quasi 5.000 mq, con una attenzione particolare a tematiche quali le recinzioni per gli animali, l’orto, la zona merenda/riposo/hobby e l’accesso alla piscina. Il tutto nel segno dell’accessibilità per chi avesse difficoltà motorie.
Myplant & Garden ha potuto realizzare questo intervento grazie anche alla preziosa partecipazione di realtà e imprese che hanno creduto nel progetto: il Consorzio Myplant & Garden, Bonfante, Cariboni GroupCriplax, Impresa Edile Cav. Ciatti RemoModularte, Tutor International.

LEGGI L’APPROFONDIMENTO